Pasta, patatine e riso in vendita a 10 pence per un ulteriore mese all’East of England Co-op

Rebecca Smithers

Uno dei principali rivenditori britannici è il primo a mettere in vendita prodotti alimentari che hanno superato la data “best before” [da consumarsi preferibilmente entro, ndr] allo scopo di ridurre gli sprechi.

A partire da questa settimana, East of England Co-op – il più grande rivenditore indipendente nella zona dell’East Anglia – venderà lo scatolame e gli alimenti secchi come pasta, patatine e riso a un prezzo nominale di 10 pence una volta superata la data best before. L’offerta non si estende ai prodotti alimentari freschi e deperibili, i quali portano una data “use by” [da consumarsi entro, ndr] che sta ad indicare fino a quando un cibo può essere consumato in sicurezza.

L’azione del Co-op viene lanciata dopo una prova durata tre mesi in 14 supermercati: i prodotti messi in vendita a 10 pence si esaurivano in poche ore.

Nonostante i grandi sforzi per ridurre lo spreco di prodotti alimentari  in tutta la filiera, Wrap, l’ente consultativo del governo britannico sul tema spreco, dice che ogni anno il Regno Unito butta via cibi commestibili per un valore di 13 miliardi di sterline.

Wrap sta coordinando un’importante semplificazione  dell’etichettatura: i consumatori infatti spesso non capiscono la differenza tra le date use by e best before.

Grazie all’iniziativa, East of England Co-op spera di evitare lo spreco di almeno due tonnellate di prodotti alimentare ogni anno.

Nella guida Co-op Guide to Dating, spiccano i consigli “Don’t be a binner, have it for dinner!” e “It’s not nice to get dumped”.

“Ci siamo impegnati a ridurre gli sprechi nel nostro settore e la guida Co-op Guide to Dating è una tra le tante azioni per rendere East of England Co-op il più efficiente possibile, e ridurre il nostro impatto sull’ambiente”, dice Roger Grosvenor, co-CEO e responsabile della divisione retail.

“Durante il periodo di prova, gli articoli in vendita a 10 pence si vendevano nel giro di poche ore – osserva Grosvenor. La stragrande maggioranza dei nostri clienti capisce che i prodotti sono assolutamente commestibili ed è felice di ottenere risparmi significativi su alcuni dei prodotti preferiti. Lo scopo della nostra iniziativa non è fare soldi, è piuttosto un’azione intelligente per ridurre gli sprechi e mantenere il cibo commestibile nella filiera. La vendita di articoli perfettamente commestibili ci consente di “salvare” più di 50.000 prodotti ogni anno che altrimenti sarebbero stati buttati via”.

La Food Standards Agency avvisa che i prodotti che hanno superato la data best before possono essere consumati in sicurezza, ma potrebbero non presentare più la qualità ottimale voluta dal produttore. Gli articoli saranno in vendita per un mese dopo la data best before.

East of England Co-op ha lanciato anche una nuova politica “reduced to clear” – scontato fino a esaurimento scorte – applicando sconti maggiori a un’ora più presto della giornata su prodotti alimentari vicini alla data use by.

I prodotti scontati a 10 pence non si possono dare agli enti di beneficienza come i banchi alimentari poiché questi non accettano prodotti che hanno superato la data best before.

Fonte: The Guardian